Giulia FacchiniGiulia Facchini profile image

Lo scopo di ICE è comprendere come agire in modo responsabile nei confronti dell’ambiente e dell’uomo.

Frequentemente il concetto di sostenibilità è collegato solo alla sfera ambientale, infatti spesso pensando a come agire in modo responsabile il primo pensiero è legato al ridurre il proprio impatto a livello ecologico. Anch’io, in prima persona, non ero mai andata più a fondo nel significato di questo termine. Il programma Intercultural Communication and Economics mi ha permesso di espandere appieno il concetto di agire in modo corretto in ogni sfaccettatura e comprenderne le molte sfaccettature. Ho avuto il piacere di frequentare un corso interamente basato sul capire in cosa consiste la sostenibilità aziendale e quali sono le sfide e le pratiche per uno sviluppo ed implemento migliore dal punto di vista del business.
Il primo tema che abbiamo trattato è stato collegato a un disastro ambientale avvenuto in Finlandia. Abbiamo potuto comprendere le conseguenze della fuoriuscita delle sostanze chimiche della miniera di Talvivara nel 2014, la quale ha completamente inquinato i fiumi e i laghi nei dintorni. A testimonianza di tutto ciò abbiamo potuto vedere il documentario Terra Fame: This Land of Mine e parlare con il suo regista: Mika Koskinen. In rapporto a questo argomento abbiamo anche compreso un altro caso di assenza di sostenibilità delle miniere, oltre che dal lato ecologico, ma dal lato umano, attraverso un documentario che rappresentava lo sfruttamento in Africa dei bambini nelle miniere di cobalto. Anche questo comportamento è un’assenza coscienza e rispetto di compagnie che compiono azioni con l’unico scopo il lucro, ma a pagarne il conto in questo caso sono, oltre all’ambiente, anche gli esseri umani. Questo primo tema è un esempio di come questo argomento ha molte sfaccettature delle quali bisogna tenere conto. Il secondo tema trattato è stato quello del mondo della produzione di abbigliamento e del disastro avvenuto nel 2013 a Rana Plaza in Bangladesh e dell’incendio a Tazreen avvenuto in una fabbrica tessile nel 2016, i quali hanno causato la morte di moltissimi lavoratori. Abbiamo avuto la possibilità di vedere il documentario Udita – Arise, il quale ha espresso i fattori di questa catastrofe e le orribili conseguenze su tutte le persone. È stata evidente l’assenza di coscienza e di interesse delle grandi industrie sulle misure di sicurezza e igiene in queste strutture, senza neanche prendere in considerazione i diritti dei lavoratori e proteggerli. Infine, un altro tema trattato, il quale è più intuitivamente legato al concetto di rispetto ambientale è “zero waste”, ovvero la riduzione di rifiuti sia nel nostro quotidiano sia nelle compagnie. Un’ aspetto che evidenzia questo problema è il fatto che viene data una durata di vita dei prodotti, questo concetto va a creare di conseguenza un aumento del consumo che si trasforma in spreco.
In conclusione, è importante capire appieno cosa indica il termine sostenibilità in tutte le sue diverse aree, ovvero nei confronti dell’ambiente, della società e dell’umanità. Dobbiamo prendere coscienza della nostra società dando importanza all’uomo, ai suoi diritti e all’ambiente e non fermandoci solo all’apparenza e al guadagno.