Antonio Paolillo Antonio Paolillo  profile image

Un viaggio tra musica e cinema

Spesso parliamo del potere delle immagini, ed altrettanto spesso del potere dei suoni. Ma cosa succede quando le due cose si intrecciano? Ne risulta un’esperienza estetica molto difficile da descrivere a causa della sua soggettività in grado di prenderci totalmente, di afferrare le nostre emozioni e sintonizzarle con ciò che stiamo guardando.
Questo è il fine ultimo di una buona colonna sonora e di chi le compone. Ecco perché ho scelto di presentarvi i Mokadelic, band romana molto nota sulla scena rock nazionale italiana.
Nascono nel 2000 sotto il nome di Moka (che si trasformerà nel nome attuale nel 2008), e la loro musica si muove sinuosamente tra le influenze del post rock tipico della seconda metà degli anni novanta, e le sonorità più oscure dell’elettronica che danno la giusta psichedelia ai brani. La loro collaborazione con il mondo del cinema inizia nel 2004, ed avrà un tale successo che li porterà a prestare la loro musica per il film Come Dio comanda di Gabriele Salvatores (per il quale vincono il premio di migliore colonna sonora ai Nastri d’argento nel 2009). Nei sei anni che vanno dal 2011 al 2017 i Mokadelic compongono la colonna sonora per il film di Stefano Sollima ACAB – All Cops Are Bastards, e per le tre stagioni della celebre serie TV Gomorra, sempre di Sollima e distribuita in più di cinquanta paesi.
Il loro bassista Cristian Marras mi ha un po' spiegato come si è evoluta la loro carriera nel mondo delle colonne sonore e come si approccia la band alla composizione di musica come sottofondo alle immagini.
“Sin dalla formazione della band avevamo l’obiettivo di trovare nell’audiovisivo la nostra forma di comunicazione principale. Non avendo un cantante ed essendo interessati ad i mondi che la musica strumentale può creare, abbiamo proiettato immagini di film coinvolgendo dei video maker sin dai primi live. Per puro caso la nostra musica è arrivata alle orecchie di Gabriele Salvatores, che in quel periodo cercava delle colonne sonore per il suo film che fossero un po' oscure, crepuscolari, così come sono le nostre produzioni. Così è cominciata la nostra collaborazione con il cinema. Da lì in poi è stato tutto un divenire, non abbiamo mai interrotto la nostra attività live e la nostra produzione musicale anche a prescindere dalla produzione cinematografica. Il regista Stefano Sollima, infatti, ci ha conosciuti acquistando un nostro disco su internet. Lui decise di affidarci la colonna sonora di ACAB, e da questa esperienza è nata anche la collaborazione per Gomorra – La serie. Per quanto riguarda la composizione, abbiamo lavorato sia affidandoci all’ispirazione che arrivava dai temi datici dai registi, senza aver ancora visto le immagini registrate (come nel caso di ACAB), sia una volta viste le immagini e fattici un’idea sul grado di azione delle scene (come nel caso di Gomorra). Molto hanno fatto anche i dialoghi con i registi ed i montatori, creandosi una sorta di alchimia tra questi tre soggetti che ha dato vita a quelle che sono le colonne sonore”.
In questo 2017 i Mokadelic hanno pubblicato un nuovo album slegato dalla produzione cinematografica, cosa che non avveniva da circa dieci anni, che prende il nome di Chronicles, uscito per la Goodfellas Records. Questo disco è l’espressione compiuta del dualismo tra post rock (Volume I del disco) ed elettronica (Volume II) che caratterizza la band. Sempre quest’anno la band romana ha avuto la non indifferente soddisfazione di sonorizzare il padiglione italiano all’ Expo di Astana.