Alessandro BenedettiAlessandro Benedetti profile image

Capita che non tutte le ciambelle riescano con il buco, e capita che a volte non tutti i risultati di una ricerca siano quelli sperati. Capita nella scienza e nell'ambito accademico, così come nella vita, che quando si raggiunge un obiettivo non sia quello realmente sperato e inseguito, ma sia un'America: se qualcuno di voi avesse mai detto a Cristoforo Colombo che, dopo mesi e mesi di navigazione, avrebbe raggiunto la sconosciuta America e non la sperata Asia, sicuramente non vi avrebbe creduto ma… credete davvero che avrebbe avuto la stessa fama e notorietà? Sicuramente non gli è dispiaciuto, ma non è stato sicuramente un successo sperato e ricercato. Così anche per i ricercatori, lo spettro di essere un Cristoforo Colombo è reale e concreto, e allora come reagire? Non esiste una risposta limpida e veritiera, ma testimonianze storiche di ricerche che hanno mascherato scoperte rivoluzionarie in modo involontario.

Fra tutte memorabile è la scoperta dell'eroina, una fra le droghe più terrificanti e letali dello scorso secolo, è in realtà nata fra le mura della Bayer, la casa farmaceutica tedesca, che intenta a sviluppare una cura più efficace per la tubercolosi, ha invece condannato migliaia di persone ad una morte insperata.

Ancor più tragico è l'epilogo avuto dalla bomba atomica, nata dall'equazione pacifista di Einstein,

E=mc²

poi sviluppata dall'italiano Enrico Fermi, che mosso dalla ricerca scientifica ha invece alimentato quella che successivamente sarà una delle armi di distruzioni di massa più brutali.

Sono altri invece i casi di aziende e industrie che, celebri per aver investito nella ricerca e nella produzione di materiali o innovazioni, hanno poi percorso strade totalmente differenti - non sempre con successo. Basti pensare che Peugeot, oggi celebre nel mondo per essere leader fra le autovetture, era in realtà nata nei sobborghi parigini come azienda per macina cafè, e ancora… Lamborghini, azienda modenese conosciuta nel mondo per i suoi bolidi, era in realtà vettura di punta fra i contadini, in quanto originariamente produttrice di trattori. E così continua l'elenco, con Yamaha specializzata fra gli strumenti musicali e ora conosciuta per far suonare il rombo delle moto.

Non sempre la strada percorsa si rivela quella corretta, ma questo non deve imporre un brusco cambio di rotta. Non tutte le ciambelle riescono con il buco e non tutte le strade portano a Roma, ma la capacità di un ricercatore deve essere quella di saper correggere le proprie idee e intuizioni e adattarle, trasformando una difficoltà in un punto di forza.